Rimborso delle accise

Per l'energia elettrica degli anni 2010-2011
Richiedi una consulenza gratuita
Logo Unirec - Unione nazionale imprese a tutela del credito
Logo Acmi, associazione credit manager Italia
Logo confindustria
loghi unirec, confindustria,acmi

Servizio per ottenere il rimborso dell’addizionale provinciale dell’accisa dell’energia elettrica versata dalle aziende negli anni 2010 e 2011.

La sentenza della Corte di Cassazione  n. 27099 del 23.10.2019, ha stabilito, sulla base di un direttiva UE, la 2008/118/CE, l’illegittimità dell’addizionale provinciale sull’energia elettrica pagata negli anni 2010 e 2011.

Le aziende italiane hanno quindi diritto di ottenere il rimborso dell’addizionale provinciale dell’accisa sull’elettricità indebitamente versata in quegli anni. Purtroppo, dato che il recepimento della direttiva non è stato oggetto di una legge dello Stato italiano, è necessario fare ricorso giurisdizionale. Come è noto, il termine di prescrizione per l’azione di recupero decorre dopo 10 anni. Ciò significa che:

  • Al termine del 2020 non sarà più possibile esperire ricorso per ottenere il rimborso dell’addizionale provinciale versata nel 2010
  • Il ricorso per ottenere il rimborso dell’addizionale provinciale addebitata nella bolletta dell’energia elettrica nel 2011 può essere esperito fino al 31.12.2021

Per interrompere il termine di prescrizione e ottenere il rimborso delle accise indebitamente versate nel 2010 ti suggeriamo di inviare già adesso una PEC al tuo fornitore di energia elettrica.

 

Richiedi il rimborso delle accise con Intellcredit

Per ottenere il rimborso delle accise sull’energia elettrica non solo è necessario intentare un’azione legale contro il fornitore di energia, ma anche protrarla fino al terzo grado di giudizio, ossia fino alla Corte di Cassazione. Ciò in quanto solo così il fornitore di energia, cd. passante, avrà un titolo giuridico per procedere nei confronti dell’Agenzia delle Dogane. Ciò significa che l’azienda italiana dovrà sostenere ulteriori costi legali, a fronte di una procedura piuttosto lunga per poter effettivamente ottenere il rimborso

Grazie al servizio di Intellcredit la tua azienda non sosterrà alcun costo per ottenere il rimborso delle accise sull’energia elettrica!

  • NZero costi. Zero spese legali. Compenso a provvigione sul rimborso effettivamente ottenuto (Success Fee)
  • NPer "grandi consumatori" di energia elettrica, con una bolletta mensile superiore a €5000
  • N100% garanzia del rimborso

Il termine sta scadendo!

Il termine per la richiesta di rimborso sta scadendo. Contattaci oggi per avere una consulenza sul rimborso delle accise sull’energia elettrica versate dalla tua azienda nel 2010 e nel 2011.

Qual'è l'importo effettivamente rimborsabile?

Dipende, in quanto l’aliquota pagata in bolletta era diversa a seconda della Provincia. Confindustria Firenze ha stimato che, considerando lo scaglione massimo di consumo mensile di energia elettrica (200.000 kWh) sui cui è stata addebitata l’addizionale, l’importo rimborsabile sia di circa € 27.000 l’anno.

Quando scade il termine per la presentazione della domanda?

Il termine di prescrizione per l’azione di rimborso dell’addizionale provinciale delle accise sull’energia elettrica versata con le bollette del 2010 scade il 31.12.2020. Il termine per l’azione di rimborso delle accise sull’energia elettrica versata con le bollette del 2011 scade il 31.12.2021. 

Qual'é la documentazione necessaria per poter chiedere il rimborso?

Innanzitutto occorre che venga concluso un contratto di mandato con Intellcredit e che ci conferiate una procura alle liti, necessaria ad agire in giudizio in vostra rappresentanza (l’attività viene seguita dallo studio legale). Ci servono inoltre:

  • Copia della comunicazione che interrompe la prescrizione, se esistente (altrimenti ce ne occupiamo noi)
  • Copia delle fatture in cui indicato il valore dell’addizionale applicato
  • Copia dei pagamenti effettuati
Che probabilità c'è di ottenere il rimborso dell'accisa?

Se tutta la documentazione è presente le probabilità di successo sono quasi del 100%.

Quanto dura la pratica?

Occorre esperire tutti i tre i gradi di giudizio, la pratica può quindi durare diversi anni. Questo dipende dal tribunale competente. La durata del processo può variare notevolmente da Provincia a Provincia.

Davvero non ci sono spese?

Non ci sono spese a carico per il committente. I costi amministrativi e le spese legale vengono anticipati da Intellcredit. Il compenso per il nostro servizio si basa esclusivamente sul rimborso effettivamente ottenuto. 

Bollette elettricità del 2010 e 2011
Zero costi Compenso a provvigione
100% garanzia di successo

?

RICHIESTA DI INFORMAZIONI - RIMBORSO ACCISE ENERGIA ELETTRICA

Informativa Privacy

15 + 12 =